Crescere con la musica 2017

Progetto 2016 presso la scuola primaria di Agrate Conturbia

 

L' Accademia Musicale Amadeus entra ufficialmente nel Sistema Nazionale delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili.

Il 6 novembre 2015 il Presidente Roberto Grossi ci comunicava che il consiglio di amministrazione del "Comitato Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili in Italia Onlus" deliberava l'ammissione dell'Accademia Musicale Amadeus al "Sistema" tanto caldeggiato e sostenuto da Claudio Abbado.

Il progetto, disponibile sul sito di Federculture, è ispirato al sistema venezuelano ideato da Abreu quale progetto volto tanto alla promozione culturale e artistica quanto allo sviluppo di un sistema di riscatto sociale dei giovani coinvolti.

L'Accademia Amadeus si impegna a proporre il progetto in scuole materne ed elementari assumendosi gli oneri economici.

Nell’anno scolastico 2014-15 è stato realizzato il progetto scolastico “Crescere con la musica” con l’obiettivo di coinvolgere tutte le fasce sociali alla cultura musicale come esperienza altamente formativa con il supporto degli esperti dell’Accademia Musicale Amadeus presenti nel territorio di Agrate, educandoli fin dalla più tenera età a stimolare le capacità intellettive ed espressive attraverso la musica .

L’attività viene seguita da tutti i bambini frequentanti la scuola Primaria che svolgeranno 3 ore settimanali di lezione di laboratori musicali. In totale le ore effettuate da ogni alunno sono 90 ore. 

E’ ampiamente dimostrato dalle neuroscienze quanto una serena attività musicale sviluppi armonicamente le latenti facoltà sensoriali del bambino e contribuisca in maniera determinante alla sua crescita, al suo arricchimento culturale e alla formazione della sua personalità.

In particolare gli OBIETTIVI del percorso sono quelli di favorire un processo di integrazione e socializzazione e la musica è un veicolo privilegiato per affrontare  in modo armonioso e giocoso parecchie tematiche anche attraverso l’uso di strumenti musicali (violini, violoncelli, …) e della voce e sviluppare abilità fondamentali alla formazione dell’individuo:

-       sviluppare l’attenzione, il silenzio, la percezione e l’orientamento

-       sviluppare la concentrazione e la memoria

-       sviluppare la motricità fine e il coordinamento motorio in generale

-       avviare alla codificazione e decodificazione del simbolo musicale

-       sviluppare le capacità imitative e logiche

-       sviluppare la socializzazione ed il coordinamento di gruppo

-       sviluppare la creatività e l’espressività

-       educare all’ascolto

Anche il CANTO CORALE si è inserito in questo ventaglio di proposte come mezzo e fine del “far musica”, rendendo consapevole il bambino di possedere il primo ed insostituibile strumento musicale: “la VOCE”.

Partendo dalla concezione che l’esperienza uditiva è una delle forme fondamentali attraverso cui l’uomo dà un senso alla realtà, esprimendo se stesso ed interagendo con gli altri, ci si è proposti di:

-       introdurre il bambino alla comprensione del mondo sonoro e del linguaggio musicale

-       renderlo capace di servirsi del linguaggio musicale, così come viene normalmente educato ad usare il linguaggio verbale e ad esprimersi attraverso di esso.

Tutta l’attività convoglia nella realizzazione di un’opera teatrale che integri le conoscenze e le abilità musicali a quelle letterarie e linguistiche. Il teatro è un’esperienza totalizzante che permette di utilizzare una molteplicità di linguaggi espressivi, musica, pittura, danza, recitazione, canto conducendo i bambini attraverso un meraviglioso percorso di conoscenza di sé, consapevolezza emotiva e corporea che contribuirà a rinforzare la loro autostima, senso di rispetto oltre che a favorire in questo lavoro interdisciplinare l’apprendimento.

Kamile Maruskeviciute

Kamile Maruskeviciute nasce in Lituania, dove inizia lo studio del violino a 7 anni.

Dopo aver frequentato la National M. K. ─îiurlionis School of Art, prosegue i suoi studi presso la Lithuanian Academy of Music and Theatre dove consegue il Bachelor di violino con la Prof.sa Ingrida

Armonaite-Galiniene nel 2010.

Ha all'attivo numerose collaborazioni con gruppi orchestrali quali la “New Idea Chamber Orchestra”, “The Lithuanian State Symphony Orchestra”, l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio della Svizzera Italiana, l’Orchestra da Camera di Lugano, l’Orchestra del progetto “Europa Werkstatt”, l’Orchestra Perpetuum Mobile, l’Ensamble Sinestesia GMI (Fondazione Gioventù Musicale d’Italia),

Le Cameriste Ambrosiane e partecipazioni a concerti in tutta Europa in formazioni sia orchestrali che cameristiche.

Ha collaborato direttamente con compositori quali S.Sciarrino e F.Hoch interpretandone le musiche rispettivamente presso l’Auditorium RSI e il Teatro Foce di Lugano.

Ha frequentato presso il Conservatorio della Svizzera Italiana il Master of Arts in Music Performance nella classe del M° Massimo Quarta dal 2010 al 2012 ed è attualmente impegnata nel conseguimento del Master in Music Pedagogy sotto la guida del M° Pavel Berman e della Professoressa Anna Modesti per il comparto didattica.

In qualità di docente di violino ha esercitato la professione presso la scuola St. Louis di Milano, ha collaborato con la Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera Italiana e dal 2013 insegna presso l’Accademia Musicale Amadeus.

Stefano Vicelli

Nato nel 1987, Stefano Vicelli è compositore, pianista e direttore piemontese: dopo essersi diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Guido Cantelli” di Novara si è perfezionato in tastiere storiche, composizione, direzione d'orchestra, didattica della musica presso la Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo (CN), l'Accademia Europea di Direzione d'Orchestra, il Berklee College of Music. 

A seguito delle numerose vittorie ottenute in concorsi di composizione nazionali ed esteri, ha firmato contratti con case editrici tra cui EMW (Milano), Fons Musicae (Roma), Mnemes (Palermo), Zenit (Avellino) e Orpheus (Armidale – Australia), ed è stato insignito del titolo di socio onorario della Colorado Academy of Music. Attivo sul piano della vocalità corale e della didattica, ha composto brani e raccolte finalizzati all'apprendimento della prassi corale che sono editi, tra gli altri, dalla Feniarco. Ha diretto svariate realtà corali di diverso genere nel Nord Italia ed in Svizzera, e nel 2009 ha fondato a Novara il coro e l'orchestra da camera “Pietro Generali” di cui tuttora è direttore. Recentemente ha unito alla composizione e all'interpretazione anche la letteratura, riportando vittorie e pubblicazioni nell'ambito di iniziative letterarie italiane ed estere. Le sue opere e le sue ricerche sono attualmente edite da case editrici attive in tre continenti.